Come selezionare un Tipster

Vuoi testare se una strategia è veramente efficace ? Vuoi sapere se un tipster è affidabile e se vale la pena seguire ?

In questo articolo cerco di spiegare in modo elementare, basilare, senza troppe complicazioni un concetto fondamentale. L’esposizione sarà molto grossolana e non entrerò in dettagli tecnici che tuttavia risultano inutili alla maggior parte dei lettori, tuttavia vi assicuro che questa lettura cambierà il modo in cui vi rapporterete con il mercato delle scommesse e del gioco d’azzardo in generale.

Step 1 – Ha uno storico ?

La prima fase, è quella di procurarci uno storico giocate della strategia o del tipster, in questo secondo caso meglio uno storico che sia verificato da fonti indipendenti al fine di evitare manipolazione dei risultati.

Non c’è uno storico affidabile o non vi viene presentato ?

Lasciate perdere, risparmiate tempo e soldi.

Step 2 – Analizziamo lo storico !

La seconda fase è quella di analizzare il dettaglio di questo storico e vedere se realmente c’è un vantaggio reale o se è risultato di semplice fortuna.

Questa è la fase fondamentale.

FORTUNA O ABILITA’ ?

Entriamo in un casinò virtuale, fatto da noi, dove non c’è lo zero, ed il rosso al posto di pagare @2 paga @2.10. Ovvero ogni vota che puntiamo 10 € su rosso ci ritornano 11€. Ovviamente è conveniente abbiamo 50% di vincere e quindi la quota corretta sarebbe 2 invece noi abbiamo 2.10. Cosa conviene puntare ?

Ovviamente conviene puntare Rosso e noi punteremo rosso, tuttavia questo non impedisce che esca il nero. Nei primi 100 colpi esce 60 volte nero e 40 volte rosso, Addiritura ci può uscire anche enro per 8 -10 o piu volte di fila , questo annulla il nostro vantaggio o lo mantiene ? Avendo dati certi di probabilità e quota noi continueremo a puntare rosso, e alla fine la spunteremo, tuttavia se non avessimo dati certi come nella roulette dove tutto è quantificabile avremmo la stessa certessa della bontà della nostra scelta ?

Una strategia o tipster può avere anche uno storico vincente, tuttavia questo storico si può dimostrare solo come frutto di casualità. Dobbiamo distinguere se siamo di fronte a casualità o abbiamo davvero un vantaggio.

Come ?

Semplicemente consultando questa tabellina qui sotto, che in 5 minuti vi spiego come usare.

Eseguire i seguenti calcoli.

  1. Quota Media : Prendete lo storico , e cercare la quota media, ovvero somma delle quote / numero dei pronostici
  2. Stake totale : Calcolate 1 Unità per ogni scommessa, togliete qualsiasi tipo di progressione.
  3. Guadagno : Il guadagno effettuato giocando sempre e solo 1 unità a scommesse.
  4. YELD : (Guadagno / Stake Totale) * 100

Supponiamo che Tony , nostro tipster di fiducia ci dica che è bravo e che ci presenta lo storico . 100 Pronostici, quota media 3, Yeld 5% cosa possiamo rispondere a Tony ?

La prima riga della tabella ci indica la quota media. In questo casò è 3. Lo Yeld è 5% quindi riga 5%. Ci viene indicato un numero 4.436, quello è il numero minimo dei pronostici che ci servono per verificare lo storico di Tony. Tony ce ne ha presentato solo 100 e risponderemo, no grazie il campione storico è troppo piccolo e non posso determinare se sei bravo o hai fortuna !

Se abbiamo quota media @2.5 facciamo la media tra le colonne 2 e 3.

Step 3 – Quote giocabili

Se siamo arrivati allo Step3 abbiamo un tipster con uno storico provato e che ci da un certo vantaggio. Ora arrivano i problemi logistici. E’ giocabile ? Posso ottenere le stesse quote che indica nei pronostici ?

E’ ovvio che se lui indica di giocare @3 e dopo 10 secondi la quota scende @2.8 abbiamo perso gran parte del valore. Questo succede principalmente quando si opera in mercati poco liquidi, oppure in mercati con buona liquidità ma il tipster è seguito da troppa gente.

Step 4 – Giocabilità

Qui entriamo piu in dettagli personali e soggettivi. Se siamo allo Step 4 siamo già riuscito a scremare pià del 95% dei tipster o strategie in circolazione. I primi 3 step hanno una selezione dura ma necessaria.

Quando invia i pronositici ? Di notte ?

Quante ore prima del match ?

Devo stare tutto il giorno a guardare il telefonino ? Questo influisce nella mia operatività ?

Lo Step 4 è del tutto soggettivo. Personalmente preferisco servizi di betting o trading che diano con largo anticipo le operatività in modo da organizzarmi la giornata. Usualmente quando si tratta di trading preferisco stabilire delle fasce orarie, principalmente fasce in cui ci siano il maggiore numero di match, tipo dalle 15:00 alle 17:30 di sabato. La pianificazione è un must nella mia giornata di trading e betting e deve ben conciliare con i miei impegni famigliari e lavorativi. Ognuno ha le proprie esigenze e i suoi tempi.

Se sei arrivato a leggere questo articolo fino in fondo, e condividi il mio pensiero soggettivo sullo Step4 ti consiglio vivamente di dare un occhio al nostro Betting Club

Lascia un commento